FONDO LAVORO

Un piano formativo prevede

un accordo sottoscritto dalle parti sociali, in cui sono motivate le finalità del piano;
un elaborato tecnico/progettuale, nel quale sono descritte e sviluppate le azioni formative (piano formativo composto da uno o più progetti formativi);
un piano economico/finanziario, relativo alla realizzazione del piano formativo;
eventuali documenti accessori (studi, ricerche, analisi dei fabbisogni, ecc.).

Un piano formativo può essere

settoriale, se prevede azioni formative rivolte ad aziende appartenenti ad uno specifico settore, comparto o filiera produttiva, se anche ubicate in territori diversi e/o distanti;
territoriale, se comprende azioni formative orientate ad aziende presenti in un’area geografica circoscritta, pure appartenenti a settori produttivi non omogenei;
aziendale, se prevede interventi formativi che riguardano una singola azienda, interpretata nelle sue specificità organizzative, gestionali e strutturali;
individuale se è funzionale alle esigenze e fabbisogni formativi del singolo lavoratore.

Le azioni di sistema comprendono

informazione e comunicazione finalizzate a divulgare le attività e le iniziative poste in essere in ambito formativo;

IL FONDO LAVORO
finanzia piani formativi aziendali, territoriali, settoriali e individuali, concordati tra le parti sociali, nonché iniziative ad essi propedeutiche e/o strumentali e con essi direttamente collegate;
promuove, in coerenza con la programmazione regionale e con le funzioni di indirizzo attribuite in materia al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, lo sviluppo della formazione professionale continua; favorisce la diffusione del nuovo sistema di intervento nel campo della formazione continua, sensibilizzando le imprese all’utilizzo di tale sistema e rafforzando la cultura della gestione diretta, da parte di soggetti privati, delle risorse destinate a tali specifiche attività;
mette a punto meccanismi di gestione delle risorse che riducano l’impatto burocratico sulle imprese e semplifichino, in condizioni di controllo amministrativo, le procedure e modalità di accesso ai finanziamenti;
promuove attività di monitoraggio e ricognizione dei fabbisogni formativi, funzionali alle attività formative da realizzare;
sperimenta e promuove lo scambio di metodologie innovative tra gli stakeholder in ambito formativo appartenenti a territori e settori diversi.

Fondolavoro non persegue fini di lucro ed opera in favore ed a supporto delle imprese e relativi lavoratori di tutti i settori economici e produttivi che optano per l’iscrizione ad esso. Fondolavoro si pone l’obiettivo di incrementare il livello di competitività delle imprese italiane e, nel contempo, migliorare la capacità di collocazione professionale dei lavoratori, in relazione alle specificità strutturali dell’economia nazionale.
assistenza tecnica agli enti attuatori e revisori legali per una migliore e più approfondita comprensione delle procedure di gestione e controllo delle attività formative oggetto di finanziamento;
monitoraggio dell’efficacia ed efficienza delle attività formative anche con l’ausilio di appropriati indicatori d’impatto quali/quantitativo;

Strumenti operativi di Fondolavoro

Conto Formazione aziendale/aggregato che consente agli enti beneficiari iscritti di accedere liberamente alle risorse finanziarie di propria competenza, accantonate presso Fondolavoro, conferendo formale mandato con rappresentanza agli enti attuatori (enti di formazione) accreditati in un apposito albo.

CLICCA PER RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI